Il primo club nazionale FIAT 600
HomeChi siamoCome diventare soci News Vita del club Contatti

Benvenuto!

Il presidente

Il consiglio direttivo

Redazione MULTIPLA INFORM

Le delegazioni

Lo statuto

La nostra storia



Perché l’idea di un club dedicato alla “mitica 600”?...

Correva l’anno 1955, frequentavo la IV elementare, la scuola distava circa un Km. Dalla mia, modesta abitazione, per raggiungerla dovevo percorrere una strada sterrata e un po’ sassosa “ non una stradina di campagna ma la Provinciale Pace del Mela – San Filippo del Mela” con alcuni tratti in forte pendenza; la stessa veniva percorsa un giorno dal mio insegnante “l’allora Maestro” con la sua 600 grigia I serie, nuova fiammante, che passando a 30 cm dall’uscio di casa mia, vedendomi in adorazione mi fece salire accompagnandomi a scuola.

Da quel giorno diventai un passeggero abituale di quella vettura che da li a pochi mesi sarebbe diventata l’auto che motorizzò l’Italia, in particolare l’Italia del nord, quel nord che prima conoscevo solo sulla carta geografica e che dal 1958 conobbi meglio, diventando un cittadino besozzese.
Quel mito che sulle salite della predetta strada spesso necessitava di inserire la prima marcia emettendo un suono incantevole rimase indelebile nella mia mente e naturalmente il mio sogno fu quello di realizzare appena maggiorenne l’acquisto di una Fiat 600.

E fu così che compiuti 18 anni patente alla mano, messo da parte un “gruzzoletto” e firmando una decina di cambiali potei realizzare il sogno di gioventù, era una 600 abarth di colore avorio con striscia azzurra targata VA 89625 acquistata presso il vecchio distributore BP di Olginasio gestito da Rino; Guarda caso nello stesso luogo dove ebbe poi luogo la prima sede del 1° Club Nazionale Fiat 600.